Carta dei Servizi - Cooperativa Sociale Il Girotondo





Vai ai contenuti

Menu principale:

Carta dei Servizi

Introduzione

 

Principi fondamentali           

 

1.      Accoglienza e integrazione

2.      Regolarità del servizio

3.      Uguaglianza

4.      Diritto di scelta

5.      Regolamento scolastico e frequenza     

6.       Trasparenza e partecipazione  

7.      Efficienza

8.       Libertà di insegnamento e formazione del personale

9.      .Area didattica    

10.   Servizi amministrativi   

11.  Condizioni ambientale della scuola

12.     Procedura dei Reclami e Valutazione del Servizio

13. Attuazione

 

 

Introduzione

 

Questa carta è uno strumento di riferimento e di garanzia della qualità dei servizi educativi 0-6 anni, ispirato alla direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 gennaio 1994 “Principi sull’erogazione dei Servizi Pubblici”. La realizzazione di questa carta dei servizi consente a tutti i soggetti interessati di conoscere gli aspetti generali e più specifici dei servizi per l’infanzia. Le informazioni contenute riguardano principalmente l’erogazione dei servizi e le modalità di gestione, gli strumenti di controllo e di garanzia e le procedure che gli utenti devono seguire per le diverse richieste e segnalazioni..

La Carta dei Servizi Educativi potrà essere aggiornata annualmente ed è disponibile a tutte le famiglie che usufruiscono di tali servizi.

E’ il documento generale attraverso il quale la scuola esplicita agli utenti la sua azione.

Ogni principio sotto enunciato trova una dettagliata e specifica collocazione nei vari documenti che garantiscono il regolare funzionamento del nido e della scuola dell’infanzia il Girotondo, tra cui Il Progetto Educativo, Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF), La Programmazione e la Progettazione Annuale e Triennale, Il Regolamento Interno della Scuola dell’Infanzia e del Nido, Gli Organi Collegiali della Scuola dell’Infanzia, Il Piano di Miglioramento e di Autovalutazione, Il Bilancio e Il Bilancio Sociale.

 

Principi Fondamentali

La Carta dei Servizi si ispira ai seguenti articoli della Costituzione Italiana:

Art.3: E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art.21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto o gli altri mezzi di diffusione.

Art.30: E’ dovere dei genitori mantenere, istruire, educare i figli anche se nati fuori dal matrimonio. Nei casi di incapacità dei genitori, la legge provvede a che siano assolti i loro compiti.

Art.33: L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento. La Repubblica detta le norme generali sull’istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e Gradi. Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato.

Art.34: La scuola è aperta a tutti. L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.

 

1.      Accoglienza e integrazione

 

Raccordo Nido / Scuola dell’infanzia:

Il Girotondo promuove iniziative e occasioni di incontro durante l’intero anno scolastico tra i bambini del nido e i bambini delle due sezioni della scuola dell’infanzia, favorendo la continuità didattica ed educativa attraverso:

·         presentazione della scuola d’infanzia ai genitori; distribuzione di materiale informativo,

·         coordinamento di specifiche attività educative e didattiche,

·         unità didattiche in cooperazione tra i bambini del nido e le classi della scuola dell’infanzia,

·         visita alle aule della scuola dell’infanzia,

·         raccolta di informazioni sugli alunni attraverso colloqui con i genitori.

 

Raccordo Scuola dell’Infanzia / Scuola Primaria:

La scuola, promuove le seguenti iniziative di conoscenza/accoglienza verso i bambini provenienti dalla scuola dell’infanzia nella fase di passaggio alla scuola Primaria:

·         presentazione della scuola primaria ai genitori ; distribuzione di materiale informativo

·         coordinamento di alcune attività educative e didattiche,

·         visita agli edifici della scuola primaria,

·         raccolta di informazioni sugli alunni attraverso colloqui con i genitori.

 

La scuola promuove iniziative al fine di rimuovere le possibili cause di discriminazione e disuguaglianza, Viene favorita, inoltre, l'integrazione di alunni che sopraggiungono ad anno iniziato; in questi casi si cerca di ottenere al più presto tutta la documentazione e le informazioni necessarie per realizzare gli interventi di accoglienza, di inserimento e di eventuale recupero.

 

2        Regolarità del servizio

La scuola garantisce in ogni momento, attraverso l'azione di docenti e personale ausiliario, la vigilanza sui minori (v. Regolamento) e la continuità del servizio.

In caso di assenza dei docenti, ove non sia possibile nominare un supplente, vengono utilizzati insegnanti con ore a disposizione o disponibili ad effettuare ore eccedenti. In caso di interruzioni del servizio legate a iniziative sindacali, le famiglie vengono avvisate con congruo anticipo della modifica dell'orario e la scuola garantisce, dove previsto, il funzionamento del trasporto alunni secondo le modalità comunicate dall'’Ente erogatore del Servizio.

 

3        Uguaglianza

Gli elementi di diversità sessuale, sociale, religiosa, culturale, etnica sono fonte di arricchimento reciproco e occasione di crescita e di confronto.

La scuola crea condizioni di non discriminazione fin dal momento della formazione classi, che sono omogenee fra di loro per età, indipendentemente dal sesso o da altri elementi.

 

4        Diritto di scelta

I genitori hanno la facoltà di iscrivere i propri figli in una scuola di loro scelta.

Le iscrizioni dei non residenti sono accettate compatibilmente con la disponibilità di posti. La presentazione della scuola avviene mediante incontri con docenti e del coordinatore didattico, nel corso dei quali viene presentato il Piano triennale dell’Offerta Formativa.

 

5                    Regolamento scolastico e frequenza

La presenza degli alunni alle lezioni viene controllata quotidianamente dai docenti che annotano le assenze sul registro di classe. In caso di assenze continuate o irregolari, vengono attivati immediatamente i contatti con le famiglie e, dove necessario, si provvede ad informare i Servizi Sociali.

La scuola si impegna a prevenire la dispersione scolastica attraverso l’utilizzo efficace delle proprie risorse,

 

6                   Trasparenza e Partecipazione

L’istituzione scolastica, al fine di promuovere ogni forma di partecipazione, garantisce la massima semplificazione delle procedure ed un'informazione completa e trasparente. Per realizzare una comunicazione immediata, chiara ed efficace verso i suoi interlocutori, vengono adottate le seguenti modalità ed iniziative:

·        Incontri formali mediante organi collegiali;

·        Incontri informali (incontri personali tra insegnanti e/o educatori con i genitori).

Le informazioni vengono date sia in forma verbale che scritta (cartacea o informatica)

Il Ptof, La Carta dei Servizi e i più significativi documenti didattici sono visionabili in sede o sul sito del Girotondo .

Il diritto all'accesso è garantito da regolamenti scolastici oltra a quanto previsto dalle norme di cui alla legge 241/90, D.P.R. n. 352 del 27.6.92 e 62 del 10 marzo 2000

 

7        Efficienza

Il lavoro scolastico, ed in particolare l'orario di servizio di tutte le componenti, si informa a criteri di efficienza, efficacia e flessibilità sia nell'organizzazione dei servizi amministrativi, che nell'attività didattica. Le diverse fasce orarie cui le famiglie possono accedere garantiscono la partecipazione alle attività educative e didattiche essenziali per ogni fascia di età.

 

8        Libertà di insegnamento e Formazione del personale

La programmazione educativa assicura la formazione dell’alunno, facilitandone le potenzialità evolutive e contribuendo allo sviluppo armonico della personalità, nel rispetto degli obiettivi formativi e educativi previsti dal Progetto Educativo, dal PTOF e dalla Programmazione Annuale.

La libertà di insegnamento è espressione della professionalità docente e riguarda la scelta dei contenuti e della metodologia in funzione degli obiettivi disciplinari, nel rispetto delle strategie educative definite dal Collegio dei Docenti.

Tutti i docenti che operano nella classe sono considerati a pieno titolo corresponsabili del processo educativo oltre che contitolari di classe con pari diritti e doveri.

L'aggiornamento del personale è considerato condizione indispensabile per un servizio di qualità, secondo quanto meglio definito nel Piano di Miglioramento predisposto dal Comitato di Valutazione.

 

9        Area Didattica

La scuola, con l’apporto delle competenze professionali del personale e con la collaborazione ed il concorso delle famiglie, delle istituzioni e della società civile, si impegna ad adeguare le attività educative alle esigenze culturali e formative degli alunni nel rispetto delle finalità Istituzionali.

La scelta dei libri di testo e delle strumentazioni didattiche risponde a criteri di:

·         riconosciuta validità didattica

·         annualità dei testi per evitare sovraccarico

·         economicità.

Il collegio dei docenti seleziona e adotta i testi ritenuti più idonei per fasce di età. I testi sono integrati da attrezzature didattiche diversificate (testi vari, audiovisivi, sussidi multimediali, dispense, materiale ludico-didattico preparato dagli insegnanti).

L’insegnamento è caratterizzato da una pluralità di approcci ai contenuti disciplinari ed interdisciplinari e tiene conto delle differenze individuali nei modi e nei tempi dell’apprendere; il Collegio dei Docenti si accorda per rendere omogenee le metodologie didattiche e le attività educative.

I rapporti interpersonali docenti-alunni sono basati sulla correttezza e rispetto reciproco. Il coinvolgimento degli allievi nelle attività scolastiche viene favorito da stimoli positivi e gratificazioni. Quando necessario non sono esclusi i richiami che avranno funzione chiaramente educativa evitando di assumere carattere mortificante o punitivo. I genitori sono tempestivamente informati.

La scuola garantisce l’adozione e l’elaborazione dei seguenti documenti che vengono annualmente consegnati alle famiglie:

Scuola dell’infanzia:

·         Unità Mensili di Apprendimento (Programmazione Didattica);

·         Progetti Didattici Annuali;

·         Libro Operativo;

·         Fascicolo di Laboratorio Linguistico;

·         Produzione di Laboratori Manuali.

Nido:

·           Progettazione Annuale;

·           Libro operativo;

·           Progetti Educativi

·           Produzione di Laboratori Manuali

 

 

10    Servizi Amministrativi

La scuola, compatibilmente con le limitate risorse a disposizione si impegna a garantire:

· celerità delle procedure

· trasparenza;

·     cortesia e disponibilità nei confronti dell'utenza

·     tutela della privacy.

La segreteria, compatibilmente con la dotazione organica del personale amministrativo, cerca di venire incontro alle esigenze degli utenti. Normalmente anche una parte del personale educativo-didattico collabora con gli impegni di segreteria per rendere fruibile più velocemente i servizi amministrativi.

Lo svolgimento della procedura di iscrizione per la scuola dell’infanzia è immediatamente conseguente alla consegna della domanda. In caso di documentazione incompleta, la scuola si impegna a segnalarlo tempestivamente agli interessati al fine di perfezionare l'iscrizione.

Il rilascio dei certificati di iscrizione e frequenza è effettuato normalmente su richiesta dei genitori entro pochi giorni e più celermente possibile.

Le informazioni di pubblica utilità vengono regolarmente comunicate ai genitori sia personalmente sia mediante strumenti informatici e tramite affissione in bacheca.

 

11               Condizioni Ambientali della Scuola

Le condizioni di igiene e di sicurezza della scuola garantiscono una permanenza a scuola confortevole per

alunni e personale.

Il personale ausiliario si adopera per mantenere la costante igiene dei locali.

Il Girotondo opera ogni sforzo per garantire la sicurezza interna alla struttura, compresi gli spazi all’aperto dedicati al gioco, e si impegna a sensibilizzare gli Enti Locali al fine di garantire agli alunni la sicurezza esterna (servizio di vigilanza e regolazione traffico automobilistico).

Ogni anno, periodicamente, vengono effettuate esercitazioni relative alle procedure di sicurezza (Piano di Evacuazione).

 

 

12    Procedura dei Reclami e Valutazione del Servizio

I reclami possono essere espressi in forma orale, scritta, telefonica, via e-mail e devono contenere generalità, indirizzo e reperibilità del proponente. I reclami orali e telefonici vengono, quando rilevanti, riformulati al Gestore, il quale, dopo aver esperito ogni possibile indagine in merito, risponde sempre con celerità, attivandosi per rimuovere le cause che hanno provocato il reclamo. I reclami anonimi non sono presi in considerazione.

Qualora il reclamo non sia di competenza del Gestore, al reclamante sono fornite indicazioni circa il corretto destinatario. Al termine dell’anno scolastico il Comitato di Autovalutazione, sulla base dei risultati rilevati tramite le azioni di autovalutazione, redige una relazione sui risultati dell’attività formativa della scuola che viene sottoposta all’attenzione del Comitato di Gestione. Attraverso l’analisi del monitoraggio la scuola verifica l’attività formativa mettendo a punto eventuali modifiche e/o interventi migliorativi.

 

13    Attuazione

Le indicazioni contenute nella presente Carta dei Servizi si applicano fino a quando non intervengano, in materia, variazioni significative, anche a seguito di disposizioni contenute nei contratti collettivi o in norme di legge.


Torna ai contenuti | Torna al menu