Bilancio Sociale - Cooperativa Sociale Il Girotondo





Vai ai contenuti

Menu principale:

Bilancio Sociale

Bilanci


                                 

BILANCIO SOCIALE

 

 

 

IL GIROTONDO COOPERATIVA SOCIALE

 

 

 

ESERCIZIO 2019

 

 

 

PRESENTAZIONE

 

COS’E’ E A CHE COSA SERVE IL BILANCIO SOCIALE?

 

 

Cos’è il bilancio sociale? E’ lo strumento con il quale la nostra organizzazione, “dà conto” a tutti i soggetti interessati del proprio operato, rendendo trasparenti e comprensibili all’interno e all’esterno i programmi, le attività e i risultati raggiunti secondo modalità non evidenti nei tradizionali documenti contabili.

 

Da alcuni anni organizzazioni private e pubbliche redigono, in modo volontario o per legge, un particolare documento che ha lo scopo di misurare e valutare il proprio operato, frutto di azioni e scelte precise, e di rendere trasparenti i risultati nei confronti dei “portatori d’interesse” (stakeholder), ovvero tutti coloro che in qualche misura sono legati ed interessati alle attività, alle iniziative ed ai risultati conseguiti.

Nell’ambito educativo questa prassi è stata condivisa dalla nostra organizzazione, anche alla luce delle previsioni normative che disciplinano le “Cooperative Sociali” e le  “Imprese Sociali” di cui alle precedenti previsioni del D. Lgs 24 marzo 2006 n° 155, attuativo della Legge Delega 13 giugno 2005 n° 118, e del D. Lgs n.112/2017 di riforma dell’impresa sociale, ha deciso di intraprendere questo percorso innovativo per interrogarsi e farsi interrogare sull’incidenza sociale del “Girotondo” rispetto all’utenza e al territorio in cui opera.

La nostra intenzione è quella di coinvolgere in questo processo valutativo quelli che consideriamo gli “interlocutori” delle nostre azioni, come anche previsto recentemente dall’art.11 del D.Lgs n.112/2017: personale docente e non docente, studenti, famiglie, enti pubblici ed associazioni con le quali la scuola dell’infanzia e il nido d’infanzia del Girotondo interagiscono.

 

Gli SCOPI che ci prefiggiamo attraverso la stesura del BILANCIO SOCIALE, compresi quelli indicati nel Decreto 4 luglio 2019 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, pubblicato in G.U. n.186 del 09.08.2019, ai sensi del D. Lgs n.112/2017 sono i seguenti:

 

 

* Dare informazioni sull’organizzazione:

·     l’impresa e gli amministratori;

·     la struttura, il governo e l’amministrazione;

 

* Consentire una lettura chiara e trasparente dell’operato della scuola, dare coerenza agli interventi educativi e didattici e programmare azioni di miglioramento:

·     gli obiettivi e le attività

·        strategie e piani futuri

 

* Rendere conto dell’uso delle risorse:

·        esame della situazione economica e finanziaria

 

* Consolidare l’identità dell’istituto, creare fiducia e consenso nell’utenza e interagire sinergicamente col territorio e:

·        Carta dei Servizi

·        Progetto Educativo

·        Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF)

·         Regolamenti interni di Scuola d’Infanzia e Nido

 

 

 

I PRINCIPI di redazione alla base del nostro Bilancio Sociale, anche alla luce del Decreto 4 Luglio 2019, sono:

·         Rilevanza e Completezza delle informazioni per rendere comprensibile la situazione e l’andamento dell’attività della nostra impresa in relazione all’impatto economico, sociale e ambientale nei confronti degli stakeholder che sono influenzati o che possono influenzare la nostra impresa;

·         Trasparenza nel rendere chiare le informazioni sia nella loro rilevazione che nella classificazione;

·         Neutralità con informazioni rappresentate in modo imparziale e completo, indipendente da interessi di parte, che esplicitano sia gli aspetti positivi che negativi della gestione;

·         Competenza di periodo, in quanto tutte le informazioni si riferiscono agli eventi manifestatisi nell’anno di riferimento;

·         Comparabilità, in quanto le informazioni possono essere oggetto di confronto sia temporale (con anni diversi nella stessa impresa) che spaziale (con altre organizzazioni similari operanti nello stesso settore);

·         Veridicità e Chiarezza, in quanto tutti i dati riportati fanno riferimento alle fonti informative utilizzate, sono verificabili ed esposti in modo chiaro e comprensibile, con un linguaggio semplice accessibile anche a persone prive di particolare competenza tecnica;

·         Attendibilità, perché tutti i dati e le informazioni riportate sono forniti in maniera oggettiva, ne sovrastimati o sottostimati. I dati incerti non vengono mai documentati come certi;

·         Autonomia e Indipendenza, garantita a coloro i quali siano incaricati di trattare aspetti specifici del Bilancio Sociale o siano incaricati di formulare valutazioni o commenti sullo stesso, anche quando tali interventi formino oggetto di apposito allegato.   

 

 

 

 

IMPRESA  E AMMINISTRATORI:

INFORMAZIONI GENERALI

(Sezione A delle Linee Guida del D.M. 24.01.2008)

 

 

 

Il Girotondo è una organizzazione non lucrativa che opera nel settore di utilità sociale dei Servizi per l’infanzia, in particolare con due sezioni di  Scuola dell’Infanzia (bambini da 3 a 6 anni) e un Nido per bambini di età  compresa tra i 3 e i 36 mesi.

Dal 16 Gennaio 2014 la società ha assunto la denominazione di “Il Girotondo Cooperativa Sociale”.

La nuova sede legale e operativa unica dal mese di Settembre 2013 è in provincia di Cagliari, nel Comune di Monserrato, in Via Marco Aurelio, 8.

La gestione è affidata dallo Statuto Sociale ad un Consiglio di Amministrazione che da Dicembre 2019 ha come Presidente la Dott.ssa Claudia Cocco.

Nessuno dei soci dell’organizzazione ricopre cariche istituzionali, se non in virtù di elezione in qualità di: a) rappresentante dei genitori qualora abbia figli iscritti e frequentanti presso l’organizzazione, b) dipendente eletto in rappresentanza per la partecipazione al Comitato di gestione, c) dipendente eletto in rappresentanza per la sicurezza, ecc..

 

 

 

STRUTTURA, GOVERNO E AMMINISTRAZIONE

(Sezione B delle Linee Guida del D.M. 24.01.2008)

 

 

a)                  informazioni sull’oggetto sociale:  

      Secondo lo Statuto Sociale La Cooperativa Il Girotondo non ha scopo di lucro e, ai sensi dell’art.1 lett. A della  L. 381/1991, persegue l’interesse generale della comunità, la promozione umana e l’integrazione sociale dei cittadini attraverso lo svolgimento di attività di impresa, occupandosi prioritariamente della gestione di servizi educativi per l’infanzia:

ATTIVITA’ PRINCIPALE: scuola dell’infanzia e nido d’infanzia;

ATTIVITA’ SECONDARIE: tutte le attività accessorie alla principale, centro ricreativo e di  

istruzione per l’infanzia, gestione di attività ludiche e sportive per l’infanzia, servizi scuola – bus  di supporto alle famiglie, servizi psico - pedagogici per bambini e genitori. Altre attività connesse alle precedenti di assistenza sociale, di educazione, istruzione e formazione per  

          l’infanzia e di formazione extra-scolastica.

           La cooperativa può, altresì, compiere tutti gli atti ritenuti necessari o soltanto utili per il    

           conseguimento dell’oggetto sociale: così, in breve, potrà porre in essere operazioni  

           finanziarie, mobiliari, immobiliari, industriali e commerciali.

La società potrà, infine, avvalersi di provvidenze concesse da qualsivoglia istituzione o ente comunitario, nazionale, regionale o locale”.

 

b)      forma giuridica adottata e sue trasformazioni nel tempo:

Dal 15/05/2007 la forma giuridica adottata è quella di Impresa Sociale Società in Accomandita Semplice. Forme giuridiche precedentemente adottate: S.a.s. , S.n.c. e inizialmente Società di Fatto (1987);

           Dal 16 Gennaio 2014 ha adottato la forma giuridica di Cooperativa Sociale.

 

c)            amministrazione e controllo:

La gestione, l’amministrazione ordinaria e straordinaria, la firma sociale e la rappresentanza della società di fronte ai terzi e in giudizio spetta attualmente al Presidente del Consiglio di Amministrazione.

Relativamente al controllo, ai sensi dell’art. 38 dello Statuto Sociale, fino alla nomina di un sindaco unico o di un collegio sindacale, come previsto dall’art.10 del D.Lgs n.112/2017,  lo stesso è temporaneamente affidato all’assemblea  dei soci e indirettamente a tutti i soggetti coinvolti negli organi collegiali, oltre alle istituzioni pubbliche (Ministero, Confcooperative, Regione, Provincia e Comune).

 

d)      modalità seguite per la nomina degli amministratori: 

Atto pubblico notarile per la prima nomina. Ai sensi degli articoli 26, 32, 33, 34 e 37 dello Statuto Sociale, “l’amministratore unico e/o i membri del consiglio di amministrazione  devono  possedere specifici requisiti di onorabilità, indipendenza e professionalità nei settori di  attività dell’impresa; devono essere privi di precedenti penali per reati connessi con l’oggetto dell’impresa sociale; devono possedere una specifica esperienza maturata nel settore o essere in possesso di titolo di studio o qualifica professionale connesse all’attività svolta dalla  società”;

 

e)      nessuna delega particolare conferita agli amministratori, in quanto già investiti di pieni poteri;

 

f)       organi di gestione diretta e indiretta:

         Il Girotondo esercita l’attività come Cooperativa Sociale con un Assemblea dei soci    

         attualmente composta da n. 10 soci persone fisiche.

Altri organi che influiscono indirettamente sulle più importanti decisioni dell’attività ludico-didattica ed educativa dell’impresa sono tre  organi collegiali:

1.      il Gestore  - si occupa della direzione amministrativa, economica e finanziaria, dei servizi generali e di segreteria, dell’approvazione dei regolamenti interni, nell’ambito dei quali ha autonomia amministrativa e responsabilità diretta. Spetta al gestore, in qualità di legale rappresentante della scuola nei confronti dei terzi, l’approvazione dei documenti contabili fondamentali; 

2.      il Comitato di Gestione: è composto oltre che dal gestore, che partecipa di diritto e presiede, dai rappresentanti del personale docente (insegnanti) e non docente (assistenti e operatori scolastici), personale educativo del Nido d’Infanzia e da uno o due rappresentanti dei genitori oltre che dal segretario. Uno o più rappresentanti delle Amministrazioni pubbliche che finanziano la scuola possono essere invitati a partecipare, così pure uno o più rappresentanti delle Associazioni di categoria cui  Il Girotondo aderisce. Il Comitato di Gestione delibera validamente a maggioranza degli eletti;

3.      il Collegio dei Docenti: è competente per la programmazione didattico-educativa.

 

 

g)      vita associativa:   

Come previsto dallo Statuto Sociale “la cooperativa al fine di perseguire le attività ..sociali .., per rispondere anche con proposte nuove e di qualità alle esigenze di famiglie con bambini, adotta relativamente alla Scuola dell’Infanzia Paritaria un Piano Triennale dell’ Offerta Formativa (P.T.O.F.) e un Progetto Educativo di ispirazione cristiana in armonia con i principi della Costituzione Italiana, delle Leggi nazionali e locali, dei più autorevoli organismi e istituzioni internazionali a tutela dell’infanzia.

Anche per l’attività di Nido sono previsti un Progetto Educativo, una programmazione annuale abbinate ad attività ludico-educative.

Sia per la Scuola dell’Infanzia che per il Nido sono previsti dei regolamenti interni specifici.

Nel rispetto della normativa e delle direttive vigenti in materia di cooperazione, tra cui la L. 381/1991, nonché dell’art.11 del D.Lgs. 112/2017, è garantita la partecipazione democratica dei lavoratori e dei destinatari dell’attività al processo di attuazione e sviluppo dell’autonomia scolastica mediante organi di direzione e collegiali quali: il Gestore, il Comitato di gestione, il Collegio dei docenti, il Collegio del personale docente e non docente, e la Riunione dei genitori.

Gli organi collegiali competenti dovranno redigere annualmente Progetti e altri specifici progetti educativi previsti nell’attività di programmazione annuale.

Il funzionamento della Cooperativa, relativamente ai soci e al personale è disciplinato da un “Regolamento dei Soci Lavoratori” e un “Regolamento Interno del Personale”.

L’iscrizione alla scuola dell’infanzia è aperta a tutti i bambini le cui famiglie accettino e condividano il progetto educativo senza alcuna discriminazione di sesso, religione, razza, ideologia politica, nazionalità ed estrazione sociale.

Compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili vengono accolti anche bambini in condizioni di svantaggio economico.

Applica le norme vigenti in materia di inserimento di bambini con handicap.

La Cooperativa utilizza personale educativo e docente abilitato, socio o non socio, secondo le normative previste per i nidi e le scuole non statali nel settore dell’infanzia ed il rapporto di lavoro individuale, attualmente vigente per tutto il personale dipendente, è conforme al vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro della Categoria (ANINSEI);

 

h)      mappa dei diversi portatori di interessi con indicazione del tipo di relazione che lega la cooperativa sociale alle singole categorie:   

1) Fruitori di servizi: bambini da 3 mesi a 6 anni e loro famiglie; 

2) dipendenti e altri collaboratori;

3) finanziatori: Soci, Amministrazioni Pubbliche tra cui il Ministero P.I., Regione Sardegna Assessorato P.I.,  Comune;

4) Confcooperative - FOE CDO.

 

 

i)       compensi, a qualunque titolo corrisposti, ad amministratori e a persone che ricoprono cariche istituzionali, elettive o non, nella cooperativa sociale:   

Agli Amministratori possono essere riconosciuti, da parte dell’Assemblea dei Soci,  

 compensi non superiori a quelli previsti  nelle imprese che operano nei medesimi o      

analoghi settori e condizioni, salvo comprovate esigenze attinenti alla necessità di

acquisire specifiche professionalità e, in ogni caso, con un  incremento massimo del venti

per cento, come previsto dalla normativa.

Nell’ipotesi in cui, per qualsivoglia causa, l’organo amministrativo non possa percepire alcun compenso per il proprio operato, è riconosciuto il rimborso delle spese sostenute nello svolgimento dell’attività inerente alla propria carica sociale, dettagliatamente documentate.

Le altre cariche istituzionali ricoperte nell’organizzazione, tra cui il rappresentante dei genitori eletto dal competente organo collegiale, il rappresentante dei lavoratori per la partecipazione alle riunioni del Comitato di Gestione, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, ecc.. sono  svolte esclusivamente a titolo gratuito, salve diverse disposizioni di legge.

 

l)       compensi, a qualunque titolo corrisposti, a soggetti eventualmente incaricati del controllo contabile e della consulenza del lavoro:   

-          Commercialista Studio Pa.Ri Srl;   Studio di Consulenza del Lavoro del Dr. Mauro Pacchieni.

 

m)   indicazione del valore medio delle retribuzioni lorde mensili dei lavoratori dipendenti con distinta evidenza di valore della retribuzione e numerosità per le diverse tipologie di contratto di lavoro, esclusi i contributi a carico del datore di lavoro: Tutto il personale dipendente è assunto con contratto Aninsei ed è attualmente così composto:

Qualifiche:

Coordinatr. con insegn.

Insegn.ti

Educatrici

Assistente. All’Infanz

Operatr

Scolast.

Segret.

  TOT.

Pers. Dip.

Retrib. Lorda

-media -

  1.818,00

1.354,00

     1.268,00

   1.485,00

 

 1.460,00

  1.267,00

 

N° Dip.

1 (p.time)

         2

3 (2 in p.t.)

1 (p.time)

1(p.time)

1(p.time)

9

 

Tot. Retribuz.

   910,00

2.708,00

    3.029,00

     977,00

 961,00

   634,00

9.853,00


n)
      compensi  corrisposti per prestazioni di lavoro non regolate da contratto di lavoro dipendente, con distinta evidenza di valore della retribuzione e tipologia di contratto: € 2.500,00 Prestazioni Occasionali; € 7.165,00 Compensi professionali per consulenze fiscali e tecniche. 

 

o)      numero di donne sul totale dei lavoratori, con dettaglio per ciascuna tipologia di contratto di lavoro:  i lavoratori sono quasi tutte donne, ed esattamente n. 3 insegnanti, n. 1 assistenti, n. 3  educatrici, n. 1 operatrici scolastiche.

 

p)      nessuna partecipazione societaria in imprese, imprese sociali, altri enti senza scopo di lucro;

q)      nessuna partecipazione da parte di imprese, imprese sociali, altri enti senza scopo di lucro;

 

r)       principali reti e collaborazioni attive con enti pubblici, imprese sociali, altri enti senza scopo di lucro ed altre imprese commerciali, specificando la natura del rapporto e delle intese:  

Il Girotondo ha rapporti di collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione, la Regione Autonoma della Sardegna, il Comune di Monserrato e Imprese collegate e appartenenti alle associazioni delle scuole dell’infanzia e della prima infanzia e alla Confcooperative.

s)      totale dei volontari attivi nell’organizzazione nell’ultimo anno = n° 1 con qualifica di Assistente di Segreteria:  oltre a coloro che a diverso titolo, genitori, rappresentanti delle   istituzioni    pubbliche, ecc.. partecipano nei vari Organi Collegiali. L’Amministratore svolge il proprio incarico societario a titolo gratuito mentre è retribuito per le proprie mansioni di educatore come lavoratore dipendente.

 

t)       numero e tipologie dei beneficiari, diretti e indiretti, delle attività svolte:   

1.      Beneficiari diretti: circa n. 40 Bambini nella scuola materna e n. 20 nel Micronido oltre il Personale dipendente;

2.      Beneficiari indiretti: Famiglie dei bambini appartenenti alla comunità e del personale.

 

u)      valutazione degli amministratori circa i rischi di tipo economico – finanziario cui l’ente è potenzialmente esposto e dei fattori generali che possono compromettere il raggiungimento dei fini istituzionali e descrizione delle procedure di prevenzione a tali rischi:

Il principale problema che può compromettere il buon andamento della gestione è la situazione di illiquidità finanziaria che può verificarsi a seguito di riduzione dei contributi pubblici legati alla parità scolastica e ai contributi della L.R. RAS 31/1984, e a  prolungati ritardi nella loro concessione. Altre situazioni di criticità possono verificarsi per fattori imprevedibili che possano bloccare l’attività e quindi avere riflessi sugli introiti da fatturazione.

Le più importanti contromisure adottate per prevenire i rischi connessi al suddetto problema sono: 1) il ricorso al finanziamento bancario; 2) il finanziamento temporaneo o definitivo dei soci; 3) il ritardo nel pagamento degli stipendi dei dipendenti, con eventuali acconti; 4) la riduzione temporanea dei contratti a part-time; 5) il ricorso al volontariato; 6) richiesta di contributi straordinari alla Pubblica Amministrazione (statale, regionale e comunale).

 

 

 

OBIETTIVI E ATTIVITA’

(Sezione C delle Linee Guida del D.M. 24.01.2008)

 

 

a) finalità principali dell’ente da realizzare:

in coerenza con quanto previsto nello Statuto, specifici obiettivi di gestione per l’anno 2019 e successivi sono1) il miglioramento della qualità dei servizi integrativi all’infanzia; 2) potenziamento della capacità di accoglimento del numero dei bambini sia della scuola dell’infanzia che nel Nido e ampliamento dell’offerta formativa a bambini in età di nido;

 

b)  principali attività poste in essere in relazione all’oggetto sociale con specifica descrizione dei  principali progetti attuati nel corso dell’anno:

Il Girotondo è attento e partecipe a diverse iniziative della comunità monserratina coerentemente con le proprie finalità: es. Attività  culturali e teatrali.

Altri momenti culturali e ricreativi di particolare rilievo, molto apprezzati da bambini e genitori sono state le uscite a scopo didattico sul territorio. Nell’anno di riferimento, dopo diversi percorsi formativi eseguiti in sezione, si sono realizzate le seguenti feste ed escursioni:

  • Festa in maschera e pentolaccia di Carnevale;  Attività primaverile “ curiamo l’orto”; Giochi d’acqua in giardino nel mese di luglio; Festa dei nonni, dell’albero, della castagna, Festa di Halloween, e pic nic al parco.

·         Oltre alle normali attività didattiche annuali, comprendenti tra le altre i progetti educativi:  completamento del progetto scientifico “I quattro elementi”,  prima parte di un Progetto multidisciplinare “I cinque sensi” e la seconda parte del progetto di educazione ambientale: “l’orto”.

  • La scuola ha proposto i laboratori didattici di educazione motoria; laboratori di manipolazione, anche con l’utilizzo di materiale di recupero per un occhio attento all’ambiente
  • La scuola ha proposto inoltre laboratori di approccio alla lingua inglese mediante insegnante madrelingua della scuola “Helen Doron” , educazione musicale e animazione con la musica.

·         L’anno scolastico 2018-2019 si è concluso con un’uscita didattica presso il parco tematico “Acquarium Mediterraneo Laguna di Nora ” in località di Nora-Pula e con uno spettacolo musico-teatrale, alla presenza di genitori e amici, dal titolo “I Quattro Elementi” al Teatro Sant’Ambrogio di Monserrato.

·         L’anno 2019 si è chiuso con una bellissima festa di Natale a tema. I bambini hanno potuto far visita in diversi ambienti della scuola, appositamente addobbati, alla Regina delle Nevi, a Babbo Natale e ai suoi Elfi, ricevendo graditissimi doni.

 

c) analisi dei fattori rilevanti per il conseguimento degli obiettivi:

- fattori sotto il controllo dell’ente:

        1) professionalità, aggiornamento e disponibilità del personale docente e non;

        2) qualità del servizio e adattabilità alle esigenze dell’utenza;

        3) flessibilità dell’organizzazione;

4) struttura, arredamenti, attrezzature e giochi adeguati alle esigenze dei bambini con diverse fasce di età….

- fattori fuori dal controllo diretto dell’ente:

1) importi e tempi di erogazione dei contributi di cui alla L.R. 31/84 e alla Legge 62/2000 (parità scolastica);

2) concorrenza da parte di nuove strutture per l’infanzia organizzate da Enti Pubblici o altre strutture private, con erogazione di servizi gratuiti o semigratuiti;

3) altri fattori imprevedibili legati alle condizioni climatiche, alle condizioni di salute della popolazione o a leggi e normative nazionali e locali che possano incidere sul normale svolgimento delle attività sociali.

 

d) valutazione, utilizzando specifici indicatori qualitativi e quantitativi dei risultati conseguiti ed in particolare dell’impatto sul tessuto sociale di riferimento, con evidenza di eventuali scostamenti dalle previsioni:

ogni progetto, laboratorio o attività didattica, ludico-motoria, educativa o ricreativa realizzata dalla Cooperativa Sociale Il Girotondo nel corso dell’anno 2019 è il risultato di un accurato lavoro di programmazione predisposto dalle insegnanti e dalle educatrici sulla base del numero dei bambini partecipanti divisi per età, delle potenzialità e delle necessità particolari di ognuno di loro. Molte attività hanno visto il coinvolgimento dei genitori e si sono svolte anche al di fuori della nostra struttura per la realizzazione di specifici obiettivi di apprendimento dei minori.

         Complessivamente, oltre alla valutazione specifica del personale docente ed educativo in merito ai risultati conseguiti da ogni bambino nel corso dell’anno, i fascicoli con i lavori realizzati nei vari campi di esperienza e nelle aree di sviluppo (Area sociale, Area psicomotoria, Area linguistica, Area del gioco e delle creatività e Area logico-matematica) costituiscono elementi di valutazione quantitativi e qualitativi importanti anche per le figure parentali, in particolare per i genitori.

         Il ruolo dell’insegnante è fondamentale nel processo di valutazione continuo, soprattutto di sostegno e guida, lascia libertà di iniziativa al bambino; è disponibile all’ascolto, sensibile e altruista, discute e promuove lo scambio di idee, situazioni e attività sempre stimolanti e coinvolgenti.

       La maturazione dell’identità è intesa come il rafforzamento della personalità in una prospettiva che ne integri tutti gli aspetti (biologici, psichici, motori, intellettuali, sociali morali e religiosi) mediante “una vita di relazione sempre più aperta”, “un progressivo affinamento delle potenzialità cognitive” che radicano gli atteggiamenti di sicurezza e consolidano la fiducia in se e nelle proprie capacità.

         La conquista dell’autonomia costituisce un elemento essenziale per la maturazione dell’identità e viene intesa come capacità di gestirsi, compiere scelte in contesti relazionali diversi e disponibilità all’interazione costruttiva con diverso da se. Inoltre si valorizza l’apertura alla scoperta e al rispetto dei valori quali: libertà, rispetto di se, degli altri e dell’ambiente, solidarietà, giustizia e impegno ad agire per il bene comune e il senso civico.

         Lo sviluppo delle competenze è il consolidamento delle abilità sensoriali, percettive, motorie, linguistiche e intellettive del bambino; impegna quest’ultimo nelle prime forme di riorganizzazione delle esperienze personali di esplorazione e ricostruzione della realtà.

         In questa prospettiva il lavoro si basa sul coinvolgimento diretto del bambino in attività che favoriscono gli apprendimenti per immersione, per scoperta, partecipazione e costruzione, in un processo dinamico che lo metta costantemente in relazione con coetanei e adulti, promuovendo gli obiettivi specifici di apprendimento delle Nuove Indicazioni Nazionali per i Piani Personalizzati delle Attività Educative.

 

e)      forme di coinvolgimento dei lavoratori e dei beneficiari delle attività:

Il personale educativo della scuola nel corso dell’anno scolastico ha aderito a diverse   

“iniziative delle comunità” territoriali di appartenenza coerentemente con le proprie finalità, oltre ai “progetti interni di autoformazione”, come previsto nel P.T.O.F., ha partecipato a diversi corsi organizzati dalla CDO-F.O.E. e da Enti di formazione ad essa associati.

 Il personale docente ha inoltre partecipato agli incontri di coordinamento con le insegnanti di altre scuole e ha svolto un ruolo centrale e trainante negli Organi Collegiali e nelle Attività fuori sede.

Il personale non docente partecipa alle attività “speciali” e ai vari Organi Collegiali in cui è chiamato ad esprimersi.

I genitori partecipano attivamente alle principali attività non di aula coinvolgendo spesso anche altri familiari; gestiscono autonomamente, con l’ausilio del personale docente la Riunione dei Genitori; partecipano con il proprio rappresentante alle decisioni più importanti dell’organizzazione attraverso il Comitato di Gestione.

 

f)       nessuna attività di raccolta fondi svolta nel corso dell’anno.

 

g)      indicazione delle strategie di medio-lungo termine e sintesi dei piani futuri:                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    

 

 

STRATEGIE:

a.       ampliare l’offerta formativa attraverso l’attribuzione di incarichi educativi e di istruzione a personale  volontario e dare l’opportunità allo stesso di arricchire la propria esperienza nel mondo della prima infanzia;

b.      sopperire alle croniche carenze finanziarie con personale volontario altamente qualificato;

c.       preparare nuovo personale mediante progetti di tirocinio in relazione alle qualifiche necessarie al potenziamento dell’attività sociale. 

        PIANI FUTURI:

d.      ampliamento della nuova sede di Via Marco Aurelio, 8  per sviluppare l’attività di servizi per la prima infanzia, in particolare per bambini in età di nido d’infanzia: il progetto di ampliamento degli spazi dedicati al Nido  presentato nel mese di Agosto 2018 all’ufficio SUAP del comune di Monserrato  è stato momentaneamente sospeso per motivi tecnici che si cercherà di superare entro il prossimo anno 2020;

e.       creazione di collaborazioni d’impresa o di nuove imprese, anche in consorzio e collaborazioni con Associazioni che operano nello stesso settore per soddisfare le richieste di servizi per la prima infanzia. 





ESAME DELLA SITUAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA

(Sezione D delle Linee Guida del D.M. 24,01,2008)

 

 

a)      Analisi della situazione finanziaria e patrimoniale al 31/12/2019:

si evidenziano le principali voci dello Stato Patrimoniale e loro variazione

 

ATTIVO PATRIMONIALE

Es.2019

Es.2018

Variazioni

Cassa e Banche

€ 172.407

€ 174.513

-€ 2.106

Crediti v/Clienti e Fatt.da emettere

€ 105

€ 1.679

-€ 1.574

Crediti V/Soci

€ 1.200

€ 1.500

-€ 300

Crediti Contrib../Reg./Min. P.I./Comune

€ 0

€ 0

€ 0

Altri Crediti (Erario e vari E.E.)

€ 3.720

€ 3.654

€ 66

Imposte Anticipate

€ 579

€ 0

€ 579

Acconti a Fornitori

€ 1.407

€ 0

€ 1.407

ATTIVO CIRCOLANTE

€ 179.418

€ 181.346

-€ 1.928

Immobilizzazioni Materiali (Nette)

€ 10.720

€ 9.594

€ 1.126

Immobilizzazioni Immateriali (Nette)

€ 18.865

€ 33.378

-€ 14.513

Altre Immobilizz.Finanziarie (Cauzioni)

€ 4.820

€ 4.820

€ 0

TOTALE IMMOBILIZZAZIONI

€ 34.405

€ 47.792

-€ 13.387

Ratei e Risconti Attivi

€ 1.075

€ 362

€ 713

TOTALE ATTIVO NETTO

€ 214.898

€ 229.500

-€ 14.602

 

 

PASSIVO PATRIMONIALE

Es.2019

Es.2018

Variazioni

Capitale Sociale

€ 17.100

€ 15.300

€ 1.800

Fondo Riserva Legale 30%

€ 18.322

€ 6.663

€ 11.659

Risultato Esercizi Precedenti

€ 10.519

€ 10.519

€ 0

Fondo Riserva Indivisibile Art.12 L.904/77

€ 40.921

€ 14.881

€ 26.040

Utile dell’Esercizio

€ 5.682

€ 38.862

-€ 33.180

PATRIMONIO NETTO

€ 92.544

€ 86.225

€ 6.319

Fondo imposte e tasse deducibili

€ 0

€ 0

€ 0

Fondo T.F.R. Dipendenti

€ 30.969

€ 28.665

€ 2.304

Debiti v/fornitori

€ 8.322

€ 1.161

€ 7.161

Fornitori c/fatture da ricevere

€ 0

€ 0

€ 0

Dipendenti c/Retribuzioni e Collabor.

€ 8.499

€ 8.062

€ 437

Debiti tributari e previdenziali

€ 8.652

€ 7.283

€ 1.369

Debiti v/Fondi Mutualistici 3% Utili

€ 0

€ 0

€ 0

Anticipazioni per clienti e caparre

€ 1.200

€ 205

€ 995

TOT.DEBITI BREVE TERMINE

€ 26.673

€ 16.711

€ 9.962

Socio Dessì c/Finanziamento

€ 1.049

€ 1.149

-€ 100

Finanziamento Ristrutturazione Nido

€ 0

€ 17.474

-€ 17.474

TOTALE DEBITI M/L TERMINE

€ 1.049

€ 18.623

-€ 17.574

Ratei e Risconti Passivi

€ 63.663

€ 79.275

-€ 15.612

TOTALE PASSIVO + NETTO

€ 214.898

€ 229.499

-€ 14.601

 

 

b)      analisi dei proventi (entrate) con indicazione del rispetto del requisito di cui all’articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 24 marzo 2006, n. 155, e successive modificazioni e degli oneri (uscite): si evidenziano le principali voci del Conto Economico dell’esercizio e loro variazioni:


 
 

RICAVI  E  PROVENTI

Es.2019

Es.2018

Variazioni

Iscrizione e Frequenza Scuola Infanzia

€ 53.730

€ 60.308

-€ 6.578

Iscrizione e Frequenza-Micronido

€ 52.487

€ 46.323

€ 6.164

Retta Mensa Sc. Infanzia e Micronido.

€ 20.645

€ 19.780

€ 865

Altri Servizi per l’infanzia

€ 2.176

€ 3.946

-€ 1.770

Totale Prestazioni Fatturate

€ 129.038

€ 130.357

-€ 1.319

Contributi c/Eserc. Pr./Reg.L.R. 31/84

€ 75.132

€ 87.999

-€ 12.867

Contributi c/Eserc.Ministero P.I.

€ 31.879

€ 31.778

€ 101

Contributi Ras L.R. 5/57

€ 5.864

€ 5.863

€ 1

Contributi c/Mensa Comune

€ 10.896

€ 9.273

€ 1.623

Contributi c/Capitale

€ 9.151

€ 12.453

-€ 3.302

Contributi c/Es.Ministero P.I.- Handicap

€ 0

€ 0

€ 0

Contributi in c/esercizio

€ 132.922

€ 147.366

-€ 14.444

 

VALORE DELLA PRODUZIONE

 

 

€ 261.960

 

€ 277.723

 

-€ 15.763

Acquisto Materiali per la Produzione

€ 5.489

€ 4.014

€ 1.475

Spese per Servizi Mensa

€ 14.074

€ 13.900

€ 174

Compensi Profess. Lavoro Autonomo

€ 7.166

€ 10.863

-€ 3.697

Altri servizi

€ 13.736

€ 10.766

€ 2.970

Locazione dei Locali

€ 25.200

€ 25.200

€ 0

Retribuzioni al Personale

€ 118.205

€ 99.535

€ 18.670

Oneri Sociali

€ 26.616

€ 24.618

€ 1.998

Trattamento Fine Rapporto

€ 8.680

€ 7.364

€ 1.316

Corsi di Formaz.e altri oneri del personale

€ 1.039

€ 1.501

-€ 462

Ind.tà Km soci/ammin. + rimb.spese

€ 5.337

€ 4.657

€ 680

Ammortamenti Immob. Immateriali

€ 24.155

€ 27.461

-€ 3.306

Ammortamenti Immob. Materiali

€ 2.028

€ 2.811

-€ 783

Oneri diversi di gestione

€ 3.452

€ 4.667

-€ 1.215

 

TOT. COSTI  DI  PRODUZIONE

 

€ 255.177

 

€ 237.357

 

€ 17.820

 

RISULTATO OPERATIVO

 

 

€ 6.783

 

€ 40.366

 

-€ 33.583

Interessi Attivi su c/c bancari

 

€ 1

-€ 1

Interessi e Oneri Finanziari

-€ 1.189

-€ 1.548

€ 359

 

INTERESSI E ONERI FINANZ.

 

-€ 1.189

 

-€ 1.547

 

€ 358

Plusvalenze alienazione cespiti

 

€ 0

€ 0

Arrotondamenti

-€ 7

-€ 5

-€ 2

Sopravv. Attive e Proventi Straordinari

€ 121

€ 48

€ 73

Sopravv. Passive e Oneri Straordinari

-€ 26

€ 0

-€ 26

 

PROVENTI E ONERI STRAORDINARI

 

€ 88

 

€ 43

 

€ 45

Imposte dell’Esercizio

 

€ 0

€ 0

 

RISULTATO D’ESERCIZIO

 

€ 5.682

 

€ 38.862

 

-€ 33.180

 

c)      analisi dei proventi e degli oneri complessivi di gestione e loro variazioni, per Centri di Costo:   

CENTRO DI COSTO 1: SCUOLA DELL’INFANZIA

Es. 2019

Es. 2018

VARIAZIONE

Tot. Proventi

€ 190.826

€ 204.492

-€ 13.666

Tot. Oneri

€ 187.135

€ 180.612

€ 6.523

Risultato della Gestione

€ 3.691

€ 23.880

-€ 20.189

CENTRO DI COSTO 2: NIDO D'INFANZIA

Es. 2019

Es. 2018

VARIAZIONE

Tot. Proventi

€ 68.958

€ 69.345,00

-€ 387

Tot. Oneri

€ 69.238

€ 58.309,00

€ 10.929

Risultato della Gestione

-€ 280

€ 11.036

-€ 11.316

CENTRO DI COSTO 3: ALTRI SERVIZI

Es. 2019

Es. 2018

VARIAZIONE

Tot. Proventi

€ 2.176

€ 3.946,00

-€ 1.770

Tot. Oneri

€ 0

€ 0,00

€ 0

Risultato della Gestione

€ 2.176

€ 3.946

-€ 1.770

 

d)      indicazione di come le spese sostenute hanno supportato gli obiettivi chiave dell’ente:

l’attività si caratterizza per un’incidenza molto elevata delle spese per il personale: la sua esperienza, professionalità, adattabilità e disponibilità infatti è la chiave strategica per il raggiungimento dell’obiettivo principale del Girotondo: IL BAMBINO

 

e)      analisi di fondi e relativi costi: vi sono diversi fondi disponibili, alcuni vincolati come il Fondo di riserva indivisibile oltre al fondi TFR del personale dipendente.

f)       non vi sono costi per l’attività di raccolta fondi, o entrate conseguite e in qualche misura utilizzate per coprire i costi dell’attività di raccolta fondi.

 

g)      analisi degli investimenti effettuati, delle modalità di finanziamento ed indicazione di come questi investimenti sono funzionali al conseguimento degli obiettivi dell’ente:

          nell’esercizio 2019 non si segnalano incrementi significativi degli investimenti.

 

 

 

 

ALTRE INFORMAZIONI

(Sezione E delle Linee Guida del D.M. 24.01.2008)

 

gli indicatori di cui alle Sezioni C e D, utilizzati per la valutazione dei risultati conseguiti e degli scostamenti, rispetto alle previsioni, sono decisi secondo modalità partecipate, durante le riunioni degli organi collegiali, sia del personale docente e degli educatori, sia dipendente che volontario, oltre ai genitori dei bambini iscritti e frequentanti.

 

PUBBLICITA’ DEL BILANCIO SOCIALE

 

a)      il bilancio sociale viene sottoposto all’approvazione dei componenti organi sociali (Assemblea dei soci)  e del Comitato di Gestione, congiuntamente al bilancio di esercizio;

b)      il bilancio sociale viene depositato per via telematica presso il Registro delle Imprese entro 30 giorni dalla sua approvazione da parte dell’Assemblea dei Soci.

c)      Il bilancio sociale approvato viene pubblicato in formato abbreviato nel sito web della Cooperativa.

 

Monserrato,  12 Giugno 2020                           

 

Comitato di Gestione:

F.to Claudia Cocco (Rappr.te Legale-Gestore) _________________________

F.to Anna Carla Cocco (Coordinatrice Didattica) ________________________

F.to Atzeni Maria Immacolata (Rappr.te personale) _____________________

F.to Paderi Monia (Rappr.te dei genitori) ____________________________                                             

 

Il Rappresentante Legale: F.to Claudia Cocco

   

 




Torna ai contenuti | Torna al menu